AGENZIA PER LA SARDEGNA

 

Notiziario della Sardegna

Europee, il voto nelle province sarde: un’Isola leghista, tranne il Nuorese

SardiniaPost - 1 ora 43 min fa

La Lega di Matteo Salvini vince in quattro collegi elettorali su cinque. Ovvero area metropolitana di Cagliari, Sud Sardegna, Oristanese e Sassarese. L’unica circoscrizione in cui non sventola la bandiera del Carroccio è il Nuorese, dove tutto si ribalta: i Cinque Stelle sono il primo partito, il Pd il secondo. Solo la terza piazza per le camicie verdi. Eccola nei dettagli la mappa del voto sardo consegnata dallo spoglio delle schede nelle 1.840 sezioni in cui è divisa la Sardegna.

Nell’area metropolitana di Cagliari è andata così: Lega al 25,65 per cento, Pd 25,37, M5s al 24,27. I tre partiti sono praticamente appaiati in una forbice di un punto e mezzo. Non solo: a differenza del risultato complessivo regionale, il Pd è secondo e non terzo.

Nel Sud Sardegna i distacchi sono maggiori: Lega al 27,71, M5s 26,56, Pd al 22,50. Nel collegio di Oristano, tradizionalmente di centrodestra, questi i risultati: Lega addirittura al 30,41, Cinque 25,22, Pd al 20,86. Nel Nuorese M5s al 27,78, Pd al 27, Lega al 26,47. Nel Sassarese il Carroccio di nuovo davanti a tutti col 28,85, M5s al 25,77, Pd al 24,46.

Come si vede nell’infografica sotto elaborata da Eligendo (sul sito del Viminale), Forza Italia è il quarto partito in tutte le cinque circoscrizioni, i Fratelli d’Italia sono ovunque quinti. (al. car.)

L'articolo Europee, il voto nelle province sarde: un’Isola leghista, tranne il Nuorese proviene da Sardiniapost.it.

Time in Jazz, parte oggi la prevendita: vent’anni senza De André a L’Agnata

SardiniaPost - 2 ore 47 min fa

Al via la prevendita di biglietti e abbonamenti per l’edizione numero 32 di Time in Jazz, che si terrà dal 7 al 16 agosto a Berchidda e in atri centri del Nord Sardegna. L’ingresso a pagamento riguarda i concerti che si tengono nell’arena allestita in piazza del Popolo a Berchidda: al centro dei riflettori lunedì 12 il pianista Omar Sosa e la violinista Yilian Cañizares (e il percussionista Gustavo Ovalles come special guest) con il loro progetto “Aguas”; martedì 13, l’atteso ritorno a Time in Jazz del trombettista norvegese Nils Petter Molvaer, diciotto anni dopo la sua memorabile partecipazione al festival nel 2001.

Paolo Fresu con il bandoneonista Daniele di Bonaventura e il violoncellista brasiliano Jaques Morelenbaum sono invece i protagonisti della produzione originale in programma mercoledì 14; come sempre divisa in due set, l’ultima serata in piazza del Popolo – giovedì 15 – vedrà sul palco un’autentica icona della canzone italiana, Ornella Vanoni; poi, nel secondo set con ingresso gratuito la consueta festa di Ferragosto, che quest’anno si affida all’Orchestra Mirko Casadei.

Il biglietto intero per ciascun concerto nel primo settore costa 25 euro, il ridotto 22. Novanta euro è invece il prezzo dell’abbonamento intero, ottanta euro il ridotto. Nell’abbonamento non è compreso lo spettacolo “Tempo di Chet. La versione di Chet Baker“, in programma l’11 agosto: una produzione del Teatro Stabile di Bolzano nata dalla fusione e dalla sovrapposizione tra la scrittura drammaturgica di Leo Muscato e Laura Perini e la partitura musicale curata e interpretata dal vivo da Paolo Fresu alla tromba e al flicorno, con Dino Rubino al piano, Marco Bardoscia al contrabbasso e le voci evocative di un cast composto da Alessandro Averone, Rufin Doh, Simone Luglio, Debora Mancini, Daniele Marmi, Mauro Parrinello, Graziano Piazza e Laura Pozone. Il biglietto, in questo caso, costa 30 euro.

L’ingresso è gratuito per tutti gli altri concerti in cartellone con l’unica eccezione di quello, attesissimo, della giornata inaugurale di mercoledì 7 agosto: l’Omaggio a Faber con cui Time in Jazz, nel ventennale della scomparsa di Fabrizio De André, ritorna a far tappa a L’Agnata, la tenuta nei pressi di Tempio Pausania che a metà anni Settanta divenne la dimora del grande cantautore genovese. Protagonisti del concerto, che rinnova quello che per anni (dal 2005 al 2011, con una ripresa due estati fa) è stato un ‘classico’ di Time in Jazz, il pianista Danilo Rea e altri ospiti del festival. Il biglietto, a 10 euro, dà diritto all’accesso con posto a sedere sul prato de L’Agnata; il limite di capienza massima è di novecento spettatori. Biglietti e abbonamenti si possono acquistare online su circuito Vivaticket e nei punti vendita autorizzati.

L'articolo Time in Jazz, parte oggi la prevendita: vent’anni senza De André a L’Agnata proviene da Sardiniapost.it.

Salvini vince anche nell’Isola: 27,57%. Crollo di M5s e Pd rispetto al 2015

SardiniaPost - 2 ore 57 min fa

La Lega di Matteo Salvini è primo partito anche in Sardegna: nelle 1.840 sezioni dell’Isola – con lo spoglio concluso – il Carroccio chiude le Europee al 27,57 per cento raccogliendo 135.496 voti. Dietro Cinque Stelle e Pd, ma la distanza è contenuta: gli M5s fanno registrare il 25,70 (126.301 preferenze), i democratici il 24,27 (119.260). Di fatto ci sono tre forze politiche in una forbice di quattro punti base. Un tripolarismo ormai consolidato. Ben diverso il discorso sui numeri assoluti: M5s e Pd perdono ampissime fette di consenso rispetto alle Europee del 2015.

Dunque la Sardegna si risveglia leghista, anche se la percentuale è nettamente più bassa rispetto al resto d’Italia, dove Salvini ha superato il 34 per cento (sono sette punti di differenza). Paragonando invece il dato al voto di cinque anni fa, i numeri del Carroccio fanno impressione: nel 2015 la Lega era stata scelta da appena l’1,40 per cento dei sardi. Le preferenze si fermarono a quota 7.892.

Nel confronto coi numeri del 2015, non possono gioire M5s e Pd, sebbene alle urne di ieri abbiano contenuto il distacco dal Carroccio: alle scorse Europee i Cinque Stelle raggiunsero il 30,51 per cento con 172.216 voti; i dem volarono sino al 38,75 per cento, pari a 218.703 preferenze. Gli M5s ne hanno perse 45.915, i dem addirittura 99.443. Non solo: a differenza del trend nazionale, dove il Pd è il secondo partito, nell’Isola i democratici si devono accontentare della terza piazza.

Percentuale dimezzata anche per Forza Italia: dal 16,42 del 2015 (92.670 voti) gli azzurri sono scesi al 7,81 (38.389). È invece quasi raddoppio per i Fratelli d’Italia che ieri hanno raccolto il 6,24 per cento (30.681): sono il quinto partito nell’Isola. Cinque anni fa gli Fdi presero il 3,52 con 19.867 preferenze.

In Sardegna nessuna delle altre forze in corsa ha superato la soglia di sbarramento al 4 per cento, necessaria per entrare nella ripartizione dei seggi: La Sinistra si è fermata al 2,18 per cento (10,710 voti); +Europa al 2,09 (10.269); Europa verde all’1,60 (7.863). Ancora: Partito Comunista 0,87 per cento (4.299); Popolo della famiglia 0,45 (2.234); Partito animalista 0,41 (2.019); Casa Pound 0,32 (1.590); Partito Pirata 0,24 (1.160); Popolari per l’Italia 0,17 (817); Forza Nuova 0,07 (366).

I votanti sono stati in totale 491.454, pari al 36,25 per cento contro il 42,01 del 2015. L’area metropolitana di Cagliari ha fatto registrare l’affluenza più alta col 39,11. Seguono il Sassarese al 36,10, l’Oristanese al 35,10, il Sud Sardegna al 34,68 e il Nuorese al 34,36. (al. car.)

L'articolo Salvini vince anche nell’Isola: 27,57%. Crollo di M5s e Pd rispetto al 2015 proviene da Sardiniapost.it.

Europee, in Italia successo della Lega. Crollo M5s, il Pd è il secondo partito

SardiniaPost - 9 ore 23 min fa

Soltanto una faccia della medaglia del governo giallo-verde può sorridere ed è quella della Lega, premiata dalle urne di queste Europee. Il partito di Salvini supera il 30 per cento delle preferenze, si gode le proiezioni che confermano quanto lo scrutinio sta anticipando. Il Carroccio migliora notevolmente i voti ottenuti alle scorse politiche (17,4%) e soprattutto quelli ottenuti alle scorse elezioni per il Parlamento europeo, con il 6,2 per cento dei voti.Un risultato in grado di garantire una spinta fondamentale anche al candidato presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, espressione del centrodestra. Se la Lega ride, così non può fare il Movimento 5 stelle che crolla al 16 per cento, lontano dal risultato delle politiche del 2018 in cui raggiunse il 32,7 per cento. I pentastellati, nonostante l’avvio del reddito di cittadinanza, non riescono a fare breccia nel cuore dell’elettorato grillino, soprattutto quello meno militante, insofferente nei confronti di un rapporto di governo con la Lega.

LEGGI ANCHE: Exit Poll: la Lega primo partito in Italia. M5s staccato, il Pd al secondo posto

Sembra riprendere vigore il Partito democratico a guida Zingaretti che, primi risultati alla mano, ha già chiamato a raccolta i partiti del centrosinistra per riprendere in mano il progetto della coalizione. Il Pd passa dal 18,8 per cento delle ultime politiche, a una percentuale intorno al 25 per cento diventando così la seconda forza del Paese tra i due alleati di Palazzo Chigi.

LEGGI ANCHE: Europee, in Sardegna è una corsa a tre. Lega avanti, M5s insegue, Pd terzo

Rimangono staccati Forza Italia e Fratelli d’Italia: nessuno dei due partiti riesce a raggiungere il dieci per cento. Fuori dalla competizione le altre liste che non hanno superato la soglia di sbarramento del 4 per cento, necessaria per partecipare alla ripartizione dei seggi.

L'articolo Europee, in Italia successo della Lega. Crollo M5s, il Pd è il secondo partito proviene da Sardiniapost.it.

Europee, in Sardegna è una corsa a tre. Lega avanti, M5S insegue, Pd terzo

SardiniaPost - 11 ore 1 min fa

In Sardegna il tripolarismo è di casa. Lega, Movimento 5 Stelle e Partito democratico sono nel podio della politica sarda, con il Carroccio che si prende la palma di primo partito. Mentre lo scrutinio prosegue nelle 1.840 sezioni sarde, il partito di Salvini raggiunte il 28,1 per cento, un risultato oltre le aspettative e soprattutto molto migliore rispetto all’11 per cento ottenuto alle regionali di febbraio. L’assenza del Psd’Az alle Europee ha di sicuro aiutato la Lega a ottenere questo risultato, nonostante dai sardisti non ci fosse stata un’indicazione ufficiale, grazie all’alleanza tra questi due partiti. In Sardegna sorride anche il Movimento 5 Stelle che migliora notevolmente la prestazione rispetto a livello nazionale, visto che in Sardegna i pentastellati sono staccati di pochi punti rispetto agli alleati di governo con il 25,5 per cento. Non è più la prima forza in Sardegna il Partito democratico che comunque riesce a far sentire il fiato sul collo ai pentastellati visto che l’inizio dello scrutinio porta in casa ‘dem’ il 25,06 per cento delle preferenze. Una Sardegna divisa in tre che lascia poco spazio alle altre forze politiche, decisamente staccate dai numeri dei primi tre partiti dell’Isola. Forza Italia e Fratelli d’Italia non riescono (almeno in corso di scrutinio) ad arrivare al 10 per cento dei voti: gli azzurri sono al 7,3 per cento mentre il partito di Giorgia Meloni insegue al 5,8 per cento. Fuori dai giochi se non riusciranno a superare la soglia di sbarramento al quattro per cento le altre liste. La Sinistra è ferma al 2,2 per cento, +Europa-Italia in Comune-PDE Italia è all’1,8 per cento, mentre Europa Verde è ferma all’1,3. Il Partito comunista è all’1 e sotto questa quota ci sono Popolo della Famiglia, Casapound, Partito animalista, Partito pirata, Popolari per l’Italia e Forza Nuova.

L'articolo Europee, in Sardegna è una corsa a tre. Lega avanti, M5S insegue, Pd terzo proviene da Sardiniapost.it.

**Europee: Di Maio scrive a Salvini per complimentarsi**

SardiniaPost - 11 ore 57 min fa

Roma, 27 mag. (AdnKronos) – Luigi Di Maio ha inviato un messaggio telefonico a Matteo Salvini complimentandosi per l’esito del voto. A renderlo noto il TgLa7 durante la Maratona Mentana.

L'articolo **Europee: Di Maio scrive a Salvini per complimentarsi** proviene da Sardiniapost.it.

Europee: Pd in partita, ‘noi alternativa a Salvini’

SardiniaPost - 11 ore 57 min fa

Roma, 27 mag. (AdnKronos) (di Mara Montanari) – La notte e’ ancora lunga ma, per dirla con Nicola Zingaretti, “ci sono dati sufficienti per fare una valutazione chiara sul voto delle europee”. E il risultato per il Pd è positivo. Il segretario dem si presenta poco dopo l’una in sala stampa a Nazareno. Aspetta che sia finita la conferenza stampa di Matteo Salvini per venire a dire che, da stasera in poi, la sfida sarà proprio con il leader della Lega. I 5 stelle affondano e il Pd, dice, “torna protagonista di un nuovo bipolarismo” tra centrodestra e centrosinistra. “Questa è la novità politica” che consegna il voto delle europee.

“Siamo molto soddisfatti”, scandisce Zingaretti mentre le proiezioni danno i dem ben sopra il 20 per cento. Obiettivo raggiunto. “La scelta delle lista unitaria e’ stata una scelta vincente”, rivendica. E quella e’ la strada su cui andare avanti: “Useremo la forza di questo risultato per costruire un Piano per l’Italia, per costruire l’alternativa a Salvini e arrivare pronti alle politiche”.

Quando? Tra i dem la valutazione diffusa è che si potrebbe votare già entro l’anno. Riflette Andrea Orlando, vice di Zingaretti: “Oggi Conte è ancora più debole,il suo ruolo di arbitro è venuto assolutamente meno, ora Salvini è il capo. Non se questo porterà al voto anticipato ma un governo che già non esiste più da alcuni mesi, da stasera è ancora più fragile”.

L'articolo Europee: Pd in partita, ‘noi alternativa a Salvini’ proviene da Sardiniapost.it.

Europee: Conte lascia spazio a partiti, commenterà voto domani sera

SardiniaPost - 11 ore 57 min fa

Roma, 27 mag. (AdnKronos) – Il premier Giuseppe Conte non commenterà i dati delle elezioni europee né questa notte né domani mattina, lasciando così spazio alle forze politiche. Un commento del presidente del Consiglio, secondo quanto si apprende, arriverà domani in serata.

L'articolo Europee: Conte lascia spazio a partiti, commenterà voto domani sera proviene da Sardiniapost.it.

**Europee: Di Maio dichiara domani a margine tavolo Mercatone Uno**

SardiniaPost - 11 ore 57 min fa

Roma, 27 mag. (AdnKronos) – Il vicepremier e ministro, Luigi Di Maio, dichiarerà domani, nel primo pomeriggio, a margine del tavolo sul Mercatone Uno al ministero dello Sviluppo economico.

L'articolo **Europee: Di Maio dichiara domani a margine tavolo Mercatone Uno** proviene da Sardiniapost.it.

Europee: Pd in partita, ‘noi alternativa a Salvini’ (2)

SardiniaPost - 11 ore 57 min fa

(AdnKronos) – Il risultato di stasera è un risultato che, dal punto di vista interno, rafforza ovviamente Zingaretti. Con lui stasera c’erano Paolo Gentiloni e i vertici dem. Non si è visto nessun renziano invece al Nazareno. Alle due di notte nessun segnale da Matteo Renzi. Niente dai turborenziani di Roberto Giachetti. Dichiara solo il capogruppo Andrea Marcucci: “Crollano i 5 Stelle, il Pd e’ in partita”.

Domani poi sarà il momento di pesare le candidature. Quanti i voti di preferenza dell’unica ‘renziana doc’ in pista, Simona Bonafè. Quanti quelli di Carlo Calenda con i suoi progetti di costruire un soggetto al centro. E poi, se le europee hanno riportato il sorriso al Nazareno, ci sarà da vedere come andrà anche un altro scrutinio. Quello di domani per le amministrative. Occhi puntati su Firenze, sulle citta’ emiliane, su Bari. Intanto le notizie dal Piemonte sono pessime per Sergio Chiamparino.

L'articolo Europee: Pd in partita, ‘noi alternativa a Salvini’ (2) proviene da Sardiniapost.it.

Europee: IV previsione Sky, Lega 32,5%, Pd 22,2, M5S 19,1, Fi 8,9, Fdi 6

SardiniaPost - 11 ore 57 min fa

Roma, 27 mag. (AdnKronos) – Quarta previsione Real Time per le elezioni europee, a spoglio in corso. Si tratta dei dati Quorum/ Youtrend per Sky TG24: Lega 32,5%, 28 seggi; Pd 22,2%, 19 seggi; M5S 19,1%, 16 seggi; Forza Italia 8,9%, 7 seggi; Fdi 6% 5 seggi. Zero seggi, stando alla prima previsione Real Time, per Più Europa (3,4%); Europa Verde (2,1%); La Sinistra 1,8%; Casapound 0,5%; Forza Nuova 0,4%; Popolo della Famiglia 0,6%; Altri 2,5%.

L'articolo Europee: IV previsione Sky, Lega 32,5%, Pd 22,2, M5S 19,1, Fi 8,9, Fdi 6 proviene da Sardiniapost.it.

**Europee: Di Maio, ‘penalizzati da astensione, testa bassa e lavorare’**

SardiniaPost - 11 ore 57 min fa

Roma, 27 mag. (AdnKronos) – “Siamo stati penalizzati dall’astensione, soprattutto al Sud, ma ora testa bassa e lavorare, restiamo comunque l’ago della bilancia in questo governo e da qui in avanti più attenzione ai territori”. Lo dice Luigi Di Maio.

L'articolo **Europee: Di Maio, ‘penalizzati da astensione, testa bassa e lavorare’** proviene da Sardiniapost.it.

Europee: fonti Camera, ‘due sale per cronisti, Montecitorio spazio di tutti’

SardiniaPost - 11 ore 57 min fa

Roma, 27 mag.(AdnKronos) – “La Camera dei deputati, su richiesta dell’Associazione stampa parlamentare, ha messo a disposizione due sale per i giornalisti che seguono la notte elettorale a Montecitorio. La sala della Lupa e la sala Aldo Moro sono state messe a disposizione dalle 18 di domenica fino alle 20 di lunedì per i giornalisti che vogliono raccogliere le dichiarazioni alla stampa di tutti i gruppi parlamentari, circostanza che è stata comunicata nei giorni scorsi a ogni gruppo che potrà quindi utilizzare la sala fino a domani. Montecitorio è uno spazio aperto e di tutti”. Così fonti Camera replicano alle parole di Ettore Rosato, esponente dem e vicepresidente di Montecitorio.

L'articolo Europee: fonti Camera, ‘due sale per cronisti, Montecitorio spazio di tutti’ proviene da Sardiniapost.it.

Europee: previsioni Sky, Lega 30,4%, Pd 21,9, M5S 20,1, Fi 9,8, Fdi 6,3

SardiniaPost - 11 ore 57 min fa

Roma, 27 mag. (AdnKronos) – Prima previsione Real Time per le elezioni europee, a spoglio in corso. Si tratta dei dati Quorum/ Youtrend per Sky TG24: Lega 30,4%, 27 seggi; Pd 21,9%, 19 seggi; M5S 20,1%, 17 seggi; Forza Italia 9,8%, 7 seggi; Fdi 6,3% 5 seggi. Zero seggi, stando alla prima previsione Real Time, per Più Europa (3,5%); La Sinistra 2,7%; Europa Verde 1,5%; Casapound 0,9%; Forza Nuova 0,5%; Popolo della Famiglia 0,6%; Altri 1,8%.

L'articolo Europee: previsioni Sky, Lega 30,4%, Pd 21,9, M5S 20,1, Fi 9,8, Fdi 6,3 proviene da Sardiniapost.it.

Europee: Di Maio ai suoi, ‘testa bassa e lavorare, M5S resta ago bilancia’

SardiniaPost - 11 ore 57 min fa

Roma, 27 mag. (AdnKronos) – (di Ileana Sciarra) “Ora testa bassa e lavorare, ma restiamo pur sempre l’ago della bilancia”. Così Luigi Di Maio, a quanto apprende l’Adnkronos, si è rivolto ai suoi seguendo i risultati elettorali da Montecitorio. Per il capo politico, il M5S sconta soprattutto “la grande astensione al Sud” rispetto alle ultime politiche, che avevano visto i 5 Stelle in testa a tutti gli altri partiti. Dunque “bisognerà lavorare sui territori”, la raccomandazione del leader del Movimento, che a quanto si apprende ha già avviato una cabina di regia per rafforzare la base, con un occhio attento a tutto il territorio, da un estremo all’altro del territorio, isole comprese.

L'articolo Europee: Di Maio ai suoi, ‘testa bassa e lavorare, M5S resta ago bilancia’ proviene da Sardiniapost.it.

Europee, calo dell’affluenza nell’Isola: va alle urne solo il 36,26% dei sardi

SardiniaPost - 12 ore 25 min fa

Flop per l’affluenza in Sardegna nelle consultazioni europee: a urne chiuse il dato definitivo dei votanti è del 36,26 per cento. Nel 2014 la percentuale si era attestata al 42,01% per cento, uno scarto di quasi il sei per cento. Si è votato di più nella Città metropolitana di Cagliari (39,10%), segue la provincia di Sassari (36,09%), poi Oristano (35,10%), poi quella del Sud Sardegna (34,73%), Nuoro (34,36%). Il dato nazionale provvisorio si attesta su 56,09 per cento, contro il 57,22% del 2014.

L'articolo Europee, calo dell’affluenza nell’Isola: va alle urne solo il 36,26% dei sardi proviene da Sardiniapost.it.

Exit Poll: la Lega primo partito in Italia. M5S staccato, il Pd al secondo posto

SardiniaPost - 12 ore 39 min fa

La Lega vola. I primi exit poll consegnano al Carroccio la palma di primo partito in Italia con una forbice tra il 27 e il 31 per cento, dieci punti in più rispetto alle ultime politiche. Calo del Movimento 5 Stelle che, secondo le previsioni sarebbe tra il 18,5 e il 22.5 per cento, staccato dagli alleati di governo e soprattutto terzo partito in Italia.

Infatti, i pentastellati sono stati sorpassati dal Partito democratico che avrebbe una forbice tra il 21 e il 25 per cento. In quarta posizione Forza Italia tra l’8 e il 12 percento, mentre Fratelli d’Italia ha una forbice compresa tra il 5 e il 7 per cento.

L'articolo Exit Poll: la Lega primo partito in Italia. M5S staccato, il Pd al secondo posto proviene da Sardiniapost.it.

Elezioni europee, urne chiuse alle 23: spoglio al via, candidati sardi sperano

SardiniaPost - 12 ore 51 min fa

I giochi sono fatti. La parola adesso passa al conteggio dei voti. Si sono chiuse alle 23 le urne per eleggere i parlamentari europei per i prossimi cinque anni. Alla seconda rilevazione sull’affluenza, il dato della Sardegna è più basso rispetto alla media nazionale: nell’Isola alle 19 la percentuale dei votanti è stata del 28,02 mentre in tutta Italia i votanti sono stati il 43,8 per cento.

I candidati sardi sperano di riuscire a strappare il biglietto per Strasburgo, aspirando a uno degli otto posti che spettano al collegio condiviso con la Sicilia. Per i partiti, invece, il primo scoglio da superare è la soglia di sbarramento del 4% che consente di rientrare nel conteggio dei 76 seggi che spettano all’Italia.

LEGGI ANCHE: Ue, affluenza mai così alta in vent’anni. Primi exit poll premiano Le Pen e Orban

Ma queste Europee sono anche un test importante per le forze politiche perché, non essendo previste le coalizioni, sarà possibile avere un quadro sullo stato di salute di ogni singola lista. Sardiniapost seguirà in diretta lo spoglio dei dati con notizie in continuo aggiornamento.

L'articolo Elezioni europee, urne chiuse alle 23: spoglio al via, candidati sardi sperano proviene da Sardiniapost.it.

Il Cagliari chiude con una sconfitta: l’Udinese vince 2-1 alla Sardegna Arena

SardiniaPost - Dom, 26/05/2019 - 23:52

Il Cagliari chiude la stagione nel peggiore dei modi. Gli uomini di Maran sono stati sconfitti anche dall’Udinese di Tudor per 2-1, finendo così tra i fischi un periodo poco positivo. I bianconeri sono passati nel secondo tempo rimontando il gol dell’intramontabile Leonardo Pavoletti; a seguire hanno difeso con le unghie e con i denti il tentativo di ritorno dei rossoblù, apparso vano nonostante i tanti sforzi prodotti fino agli ultimi istanti di partita.

La Partita.

Il Cagliari si presenta all’ultima gara della stagione col ritorno di Castro tra i titolari assieme a Bradaric regista. Inizio molto amichevole tra le due compagini, senza alcun sussulto ed un tiro – quello di Mandragora all’8’ che viene contenuto da Cragno in parata bassa. I rossoblù si fanno notare qualche minuto più tardi quando Lykogiannis impegna Musso su punizione, dunque al 17’ arriva il vantaggio: cross di Srna dalla destra, Pisacane spizzica in mezzo per la testa di Pavoletti che non si fa pregare e infila l’1-0. L’Udinese si riversa in attacco e con Samir sfiora il pareggio di testa, un errore di Joao Pedro mette in seria difficoltà Cragno con Teodorczyk  pronto ad approfittarne. Al 29’ Castro e Lykogiannis confezionano un cioccolatino per Barella, il talento sardo calcia bene ma trova la respinta in volo di Musso che gli nega la gioia del gol. Bravissimo Cragno a respingere la botta ravvicinata di Ter Avest al 38’, il primo tempo si chiude senza ulteriori occasioni con l’1-0 per il Cagliari.

Inizia la seconda frazione con gran piglio l’Udinese e trova anche il gol dopo pochi minuti con Pussetto, se non fosse che il VAR ravvisa la sua posizione di fuorigioco e invita l’arbitro ad annullare. Tra il 55’ e il 58’ succede di tutto, con i bianconeri che prima prendono il palo con Ter Avest e poi pareggiano sul serio con Hallfredsson che indovina un tiro-cross che sorprende un incredulo Cragno. Primo cambio nel Cagliari con Birsa che rileva uno stanco Castro, a seguire c’è il raddoppio degli ospiti: Mandragora batte una punizione dalla sinistra, De Maio si avventa in piena area e di testa insacca il 2-1. Srna lascia il posto a Padoin e Cerri entra per Bradaric, una mischia furibonda all’82’ non premia Pavoletti che vede il suo sinistro ribattuto sulla linea. Il Cagliari insiste in tutti i modi, bombarda l’area bianconera con continui cross e soluzioni, ma il pareggio finale non arriva.

CAGLIARI: Cragno; Srna (al 75’ Padoin), Pisacane, Klavan, Lykogiannis; Bradaric (al 82’ Cerri), Castro (al 67’ Birsa) Ionita; Barella; Joao Pedro, Pavoletti. All. Maran (A disposizione: Rafael, Aresti, Cigarini, Cacciatore, Oliva, Deiola, Despodov, Romagna, Thereau).

UDINESE: Musso; De Maio, Ekong, Samir; Ter Avest, Badu (al 81’ Wilmots) Hallfredsson, Mandragora (al 86’ Micin), D’Alessandro; Pussetto (al 76’ Lasagna), Teodorczyk. All. Tudor (A disposizione: Perisan, Nicolas, Bocic, Barak).

Gol: Pavoletti (17’), Hallfredsson (59’), De Maio (68’)

Simone Spada

(Foto credit: Enrico Locci)

L'articolo Il Cagliari chiude con una sconfitta: l’Udinese vince 2-1 alla Sardegna Arena proviene da Sardiniapost.it.

Pagine

bordo.png

Abbonamento a www.angelomorittu.com aggregatore - Notiziario della Sardegna