AGENZIA PER LA SARDEGNA

 

Notiziario della Sardegna

#cambiagesto, arriva a Roma la campagna contro i mozziconi di sigarette

SardiniaPost - 1 ora 20 min fa

ROMA (ITALPRESS) – Arriva a Roma la campagna di sensibilizzazione #cambiagesto contro la dispersione nell’ambiente dei mozziconi di sigaretta. La campagna, promossa e finanziata da Philip Morris Italia con il supporto di H+, E.R.I.C.A. e Retake, fa leva sul senso di responsabilità individuale, incoraggiando l’adozione di comportamenti virtuosi e sostenibili per l’ambiente. Dopo aver fatto tappa a Palermo, Firenze, Salerno, Livorno e Bari e aver coinvolto e sensibilizzato oltre 50.000 tra volontari e cittadini, con la collaborazione delle Istituzioni e di oltre 10 associazioni locali, la campagna arriva a Roma con un invito all’Italia intera a cambiare gesto per preservare l’ambiente e la bellezza dei nostri paesaggi. Ad oggi l’iniziativa ha risparmiato all’ambiente circa 250.000 mozziconi e nei prossimi mesi proseguirà il suo tour nelle città di Padova (5-24 ottobre), Vercelli (26 Ottobre – 14 Novembre), Genova (16 – 29 Novembre) e Bologna (1-20 Dicembre), con l’obiettivo di continuare a sensibilizzare la società civile su questo tema e sull’importanza dei piccoli gesti per preservare l’ambiente, anche attraverso attività di raccolta e pulizia delle città e la distribuzione di porta mozziconi tascabili ai fumatori adultiIl lancio nazionale della campagna avviene in occasione del #WorldCleanUpDay2020, la giornata mondiale della pulizia del mondo, durante la quale l’associazione Retake, partner della campagna, festeggia a Roma il decennale dalla nascita. La campagna ha già ottenuto il patrocinio di Comune di Palermo, Comune di Salerno, Comune di Bari, Comune di Livorno, Regione Lazio, Comune di Roma e Comune di Padova.Per saperne di più: cambiagesto.it(ITALPRESS).

L'articolo #cambiagesto, arriva a Roma la campagna contro i mozziconi di sigarette proviene da Sardiniapost.it.

Turismo, mercato delle gite in barca. Effetto Covid, in Ogliastra c’è un crollo

SardiniaPost - 1 ora 52 min fa

I “barconi” delle escursioni e delle mini crociere in Ogliastra fanno un primo bilancio della stagione turistica nell’anno della pandemia: il calo rispetto al 2019 è del 50 per cento, con un segno meno delle presenze straniere dell’80 per cento, ma rispetto alle previsioni la stagione ha recuperato: la seconda quindicina di luglio e il mese di agosto hanno attutito i contraccolpi di quella che sembrava una catastrofe economica per la categoria e per il territorio.

Dopo il 15 luglio il Consorzio marittimo Ogliastra ha messo in mare quattro mezzi su sei della flotta, ridotti a uno dai primi di settembre. “Scontiamo la partenza in ritardo rispetto agli altri anni con un mese e mezzo dalla seconda metà di luglio e fino a tutto agosto che ci ha consentito di lavorare: non ci abbiamo guadagnato ma almeno abbiamo evitato le perdite – ha spiegato all’Ansa il presidente del Consorzio, Salvatore Cabras -. Le quattro barche su sei che abbiamo messo in mare hanno viaggiato con il 60 per cento di carico, mentre la più grande e la più piccola della flotta, non sono neppure state varate. Abbiamo iniziato con i sardi e poi con il turismo dalla penisola, mentre abbiamo sentito forte il calo dei turisti stranieri durante la stagione. Solo ora cominciano a vedersi i turisti esteri ma con numeri esigui rispetto agli altri anni e con un solo barcone che viaggia in questo periodo”.

Insomma per il presidente del Consorzio la stagione è già chiusa e i numeri dell’occupazione sono in netta diminuzione. Ma non solo, secondo Cabras, l’ordinanza della Regione Sardegna che chiedeva tamponi per tutti non ha aiutato: “A regime lavorano sulle barche del Consorzio 25 addetti più 12 persone nel settore vendite, quest’anno l’occupazione sarebbe più che dimezzata se non avessimo trovato l’escamotage: 21 dei nostri addetti hanno lavorato a rotazione ma con introiti minori sicuramente. C’era il problema Covid è vero ma ci sono stati anche errori di gestione: il famoso liberi tutti a luglio e agosto ha fatto impennare l’epidemia e il rimedio dei tamponi a settembre ha fatto pervenire molte disdette – conclude Cabras -. Speriamo di rifarci la prossima stagione”.

L'articolo Turismo, mercato delle gite in barca. Effetto Covid, in Ogliastra c’è un crollo proviene da Sardiniapost.it.

Covid-19, 59 nuovi casi in Sardegna. Sono 18 i pazienti in terapia intensiva

SardiniaPost - 2 ore 24 sec fa

Sono 3.167 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 59 nuovi casi, 52 rilevati attraverso attività di screening e 7 da sospetto diagnostico. Resta invariato il numero delle vittime, 141 in tutto.

In totale sono stati eseguiti 169.119 tamponi, con un incremento di 2,396 test rispetto all’ultimo aggiornamento. Sono invece 91 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+2 rispetto al dato di ieri), mentre sono 18 (+1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 1.486. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.424 (+31) pazienti guariti, più altri 7 guariti clinicamente.

Sul territorio, dei 3.167 casi positivi complessivamente accertati, 508 (+4) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 317 (+9) nel Sud Sardegna, 202 (+7) a Oristano, 301 (+12) a Nuoro, 1.839 (+27) a Sassari.

L'articolo Covid-19, 59 nuovi casi in Sardegna. Sono 18 i pazienti in terapia intensiva proviene da Sardiniapost.it.

Sfuma il sogno di Berrettini, stop nei quarti agli Internazionali

SardiniaPost - 2 ore 5 min fa

ROMA (ITALPRESS) – Matteo Berrettini si ferma nei quarti di finale degli Internazionali d’Italia maschili. Il tennista romano, testa di serie numero 4 e ottavo del ranking Atp, si è arreso con il punteggio di 4-6 6-3 7-6(5) al norvegese Casper Ruud, che è così il primo semifinalista sulla terra battuta del Foro Italico. Il 21enne di Oslo, numero 34 Atp, già giustiziere di Lorenzo Sonego agli ottavi, si impone dopo quasi tre ore di battaglia. Primo parziale deciso da un solo break, quello subito a quindici da Ruud proprio nel game d’apertura. Berrettini salva due palle per il contro-break, una nel secondo gioco, l’altra nel sesto, fallisce un set-point nel nono gioco ma poi in quello successivo chiude 6-4. Copione a parti invertite nel secondo parziale: l’azzurro cede la battuta nel secondo game e non riesce più a recuperarlo. Nell’ottavo gioco cancella un set-point con un ace ma in quello successivo il norvegese pareggia il conto dei set (6-3). Il mood positivo di Ruud anche nella frazione decisiva dove grazie ad un dritto inside-out sulla linea strappa subito il servizio al capitolino, che nel game successivo seppellisce in rete il dritto che vale il contro-break. Lo scandinavo ringrazia e sale 2-0. Nel sesto game, però, l’azzurro riapre il discorso togliendo la battuta al norvegese e poi passa a condurre 4-3. Si accende la lotta, il romano nel decimo gioco (con il norvegese al servizio) arriva a due punti dalla vittoria ma a decidere è il tie-break: Berrettini prende due volte un mini-break di vantaggio ma si fa recuperare e dal 5-3 perde gli ultimi quatto punti. Sfuma così il sogno del romano, l’ultimo italiano a giocare una semifinale a Roma è stato Filippo Volandri nel 2007, stoppato poi dal cileno Fernando Gonzales.(ITALPRESS).

L'articolo Sfuma il sogno di Berrettini, stop nei quarti agli Internazionali proviene da Sardiniapost.it.

Serie A, i rossoblù in casa del Sassuolo. Di Francesco: “Abbiamo entusiasmo”

SardiniaPost - 2 ore 6 min fa

Di Francesco contro la squadra che ha fatto crescere. Cagliari-Sassuolo partita due volte speciale per il mister abruzzese: i ricordi da ex devono subito lasciare spazio al presente perché è la prima gara ufficiale sulla panchina rossoblù. E i punti sono già pesanti perché il calendario non è facile visto che le prossime gare saranno con Lazio e Atalanta. “A Reggio Emilia con entusiasmo e determinazione”, ha detto il tecnico nella conferenza stampa della vigilia. “A Sassuolo ho lasciato una parte di cuore – ha aggiunto -, ma ora siamo avversari. E vogliamo dare tutto”.

Qualche dubbio sulla formazione. Ma l’impressione è che Di Francesco stia pensando ai giocatori più collaudati. Ad esempio dietro sulle fasce dovrebbero partire Faragò e Lykogiannis. Zappa e Tripaldelli? “I due terzini – ha spiegato – sono arrivati da poco e per il futuro sono due prospetti importanti, poi starà a loro farmi vedere quanto valgono”. Per lo stesso motivo Nandez potrebbe fare l’esterno destro del tridente: “Sottil in settimana si è fermato – ha osservato senza sbilanciarsi troppo -, ma ora è pienamente recuperato. Nandez per me è più un centrocampista che un esterno. Però dovrò valutare”.

In attacco il centrale sarà Simeone: al momento non c’è possibilità che giochi contemporaneamente a Pavoletti: “Per ora – ha puntualizzato – o gioca uno o gioca l’altro. Anche se ci saranno magari situazioni in cui potranno coesistere. E, in generale, ricordiamoci che bisogna ragionare pure nell’ottica dei cinque cambi”. Joao Pedro “dente” sinistro dell’attacco: “È 4-3-3 – ha precisato Di Francesco -, ma è un giocatore creativo che deve avere anche libertà di movimento. Sono convinto che farà bene come esterno”.

L'articolo Serie A, i rossoblù in casa del Sassuolo. Di Francesco: “Abbiamo entusiasmo” proviene da Sardiniapost.it.

Covid-19, un nuovo positivo a Tortolì. Negativi i tamponi ai contatti più stretti

SardiniaPost - 2 ore 37 min fa

C’è un nuovo positivo al Covid-19 a Tortolì. Lo annuncia il sindaco Massimo Cannas attraverso un comunicato stampa postato su Facebook.

“L’ufficio di Igiene pubblica ci ha appena comunicato i nuovi esiti dei tamponi effettuati al nostro concittadino risultato positivo a un primo test, e ai suoi contatti piu? stretti: sono tutti negativi – scrive il primo cittadino -. La persona interessata resterà in isolamento domiciliare fino al terzo tampone che verrà effettuato per escludere ogni dubbio come da protocollo. Daremo prontamente comunicazione attraverso i canali istituzionali dell’ente”.

L'articolo Covid-19, un nuovo positivo a Tortolì. Negativi i tamponi ai contatti più stretti proviene da Sardiniapost.it.

Pole position Vinales nel GP dell’Emilia Romagna a Misano, Rossi 7°

SardiniaPost - 2 ore 50 min fa

MISANO ADRIATICO (ITALPRESS) – Maverick Vinales scatterà dalla pole position nella gara del Gran Premio dell’Emilia Romagna e della Riviera di Rimini, settimo appuntamento del Mondiale di MotoGP in programma domani sul circuito di Misano. Il pilota spagnolo della Yamaha precede tutti in qualifica fermando il cronometro in 1’31″077. Partiranno al suo fianco dalla prima fila Jack Miller con il secondo tempo e Fabio Quartararo (terzo tempo). Seconda fila per Pol Espargaro, Francesco Bagnaia e Brad Binder. Valentino Rossi partirà dalla terza fila: è settimo. Andrea Dovizioso, passato per la Q1, taglia il traguardo in decima posizione. Nono Petrucci e ottavo Morbidelli. La MotoGP tornerà in pista domattina alle ore 9:20 per il consueto warm-up prima della gara delle ore 14:00.(ITALPRESS).

L'articolo Pole position Vinales nel GP dell’Emilia Romagna a Misano, Rossi 7° proviene da Sardiniapost.it.

Pirlo “Aspettiamo l’attaccante, difficile che arrivi Suarez”

SardiniaPost - 2 ore 50 min fa

TORINO (ITALPRESS) – “Centravanti? Come ho detto la settimana scorsa lo stiamo aspettando tutti”. Lo ha dichiarato in conferenza stampa il tecnico della Juventus, Andrea Pirlo, alla vigilia della prima gara di campionato contro la Sampdoria. “Il mercato è lungo, ci sono problemi per tutte le squadre. Siamo contenti dei giocatori che abbiamo, in futuro speriamo arrivi anche il centravanti ma non abbiamo fretta. Suarez? E’ difficile che sia lui il nuovo attaccante della Juventus”. Sui nuovi acquisti, Pellegrini, Arthur e Kulusevski, Pirlo ha aggiunto: “Sono tutti a disposizione: i primi due conoscono il campionato, mentre Arthur viene dalla Liga. Si stanno integrando, non diamo giudizi affrettati. Saranno a disposizione come gli altri. E’ stata una settimana di lavoro importante per prepararci a questa partita, giocatori ne ho abbastanza. Degli infortuni di Dybala e De Ligt sapevamo già: il primo sta recuperando piano piano, l’altro resterà ancora un pò fuori” ha proseguito il tecnico bianconero. “Modulo? Abbiamo provato qualcosa, purtroppo ieri ci è venuto a mancare Alex Sandro e valuteremo chi mettere, domani abbiamo tutto il giorno per poter decidere l’undici iniziale”. Sulla stagione e sulla prima avversaria, Pirlo ha concluso dicendo: “E’ stato un precampionato corto per tutti, sarà una stagione diversa con partite ravvicinate. Voglio vedere calcio. Ho la certezza che alleno una squadra forte, darò a tutti la possibilità di mettersi in mostra. Mi aspetto una partita difficile perchè loro verranno qui con due linee molto strette e cercheremo spazi per attaccarli. Dobbiamo partire bene”. (ITALPRESS).

L'articolo Pirlo “Aspettiamo l’attaccante, difficile che arrivi Suarez” proviene da Sardiniapost.it.

Papa Francesco “Globalizzare le cure, il vaccino sia per tutti”

SardiniaPost - 4 ore 5 min fa

ROMA (ITALPRESS) – “Globalizzare” le cure sanitarie, per dare a tutti “la possibilità di accesso a farmaci e vaccini che potrebbero salvare tante vite per tutte le popolazioni”. Questo il centro del discorso di Papa Francesco ai membri della Fondazione Banco farmaceutico, di cui ricorre il ventesimo anniversario della nascita. In Vaticano, nell’aula Paolo VI, Francesco ha esposto i rischi di quella che ha definito la “marginalità e povertà farmaceutica”. “Chi vive nella povertà, è povero di tutto, anche di farmaci, e quindi la sua salute è più vulnerabile – ha detto il pontefice – A volte si corre il rischio di non potersi curare per mancanza di soldi, oppure perchè alcune popolazioni del mondo non hanno accesso a certi farmaci. C’è anche una ‘marginalità farmaceuticà. Questo crea un ulteriore divario tra le nazioni e tra i popoli. Sul piano etico, se c’è la possibilità di curare una malattia con un farmaco, questo dovrebbe essere disponibile per tutti, altrimenti si crea un’ingiustizia”. “Conosciamo il pericolo della globalizzazione dell’indifferenza – ha aggiunto Bergoglio – Vi propongo invece di globalizzare la cura, cioè la possibilità di accesso a quei farmaci che potrebbero salvare tante vite per tutte le popolazioni. E per fare questo c’è bisogno di uno sforzo comune, di una convergenza che coinvolga tutti”. Papa Francesco ha fatto esplicito riferimento alla situazione attuale, con il mondo alle prese con la pandemia. “La recente esperienza della pandemia, oltre a una grande emergenza sanitaria in cui sono già morte quasi un milione di persone, si sta tramutando in una grave crisi economica, che genera ancora poveri e famiglie che non sanno come andare avanti – ha spiegato il Papa – Mentre si opera l’assistenza caritativa, si tratta di combattere anche questa povertà farmaceutica, in particolare con un’ampia diffusione nel mondo dei nuovi vaccini. Ripeto che sarebbe triste se nel fornire il vaccino si desse la priorità ai più ricchi, o se questo vaccino diventasse proprietà di questa o quella Nazione, e non fosse più per tutti. Dovrà essere universale, per tutti”.(ITALPRESS).

L'articolo Papa Francesco “Globalizzare le cure, il vaccino sia per tutti” proviene da Sardiniapost.it.

Covid, omaggio del Lirico alle vittime: tanta emozione per il Requiem di Fauré

SardiniaPost - 4 ore 9 min fa

Lunghi applausi ieri sera all’Arena del Parco della Musica di Cagliari per un concerto dal forte impatto emotivo. Per ricordare le vittime della pandemia e rivolgere un pensiero di ringraziamento al personale sanitario della Sardegna coinvolto è stato proposto per ‘Classicalparco‘ un programma elegante, incentrato su uno dei più raffinati compositori francesi, Gabriel Fauré, vissuto a cavallo tra l’800 e il ‘900. In sala, accanto al sovrintendente Nicola Colabianchi, l’arcivescovo di Cagliari monsignor Giuseppe Baturi (insieme nella foto in basso) “Bisogna ringraziare il Teatro Lirico per questa iniziativa. Ricordare le vittime del Covid, tutti quelli che hanno avuto conseguenze drammatiche e quanti hanno lavorato per salvare vite umane è importante – ha detto all’Ansa monsignor Baturi – è necessario conservare la memoria. E poi – ha aggiunto – il Requiem ci fa meditare sul destino dell’uomo. Quando l’ uomo si trova al limite non può che pregare Dio perché una grande compassione salvi tutto l’umano”.

Sul podio Valerio Galli ha guidato coro, orchestra e solisti in un repertorio di musica sacra e sinfonica: Pelléas et Mélisande, suite dalle musiche di scena Cantique de Jean Racine e in finale Requiem per soli, coro e orchestra. Nei due ruoli solistici si sono esibiti il soprano Claudia Urru e il basso Francesco Leone. Sul finale un piccolo imprevisto: una sorta di breve sospensione del concerto voluta dal direttore per lasciare che si spegnesse l’eco dei fuochi di artificio giunti dalle vicinanze che avrebbero offuscato la bellezza dell’ ultimo movimento. “Con questo concerto abbiamo voluto ricordare le vittime, pensando anche alle esequie che non si sono potute celebrare e il sacrificio e l’ impegno dei tanti operatori della sanità – ha detto all’Ansa Nicola Colabianchi -, la scelta è caduta su Fauré con le sue melodie straordinarie. Il suo requiem riesce a sublimare il dolore e restituire un senso di serenità e consolazione”.

L'articolo Covid, omaggio del Lirico alle vittime: tanta emozione per il Requiem di Fauré proviene da Sardiniapost.it.

Verso la rete delle Aree marine protette: siglato un patto tra enti a Santa Teresa

SardiniaPost - 4 ore 24 min fa

La difesa di ambiente e biodiversità marine come opportunità economica per il territorio. È l’obiettivo dell’alleanza sancita a Santa Teresa durante l’incontro “Area marina protetta Capo Testa – Punta Falcone, startup e futuro: quali prospettive per il territorio?”. Gli esponenti delle Aree marine protette della Sardegna hanno ipotizzato la nascita di una rete sarda. Il Comune di Santa Teresa, promotore dell’appuntamento, di recente ha varato il Disciplinare della neo-costituita Area Marina Protetta Capo Testa-Punta Falcone. “Speriamo che nei prossimi dieci anni ci sia una presa di coscienza più forte del nostro patrimonio ambientale, che lo trasformi anche in un valore economico – dice il sindaco Stefano Pisciottu -. Il nostro ambiente protetto consentirà un turismo più sostenibile e consapevole permettendo alle aree marine sarde di dialogare tra loro e rappresentare il territorio in modo univoco”.

Sul ruolo che può competere alle aree marine protette della Sardegna è certo Augusto Navone, direttore dell’Area Marina Protetta Tavolara-Punta Coda Cavallo. “Si ragioni su una grande riserva Mab-Unesco dall’Asinara a Tavolara passando per Santa Teresa di Gallura e non solo”, è il guanto di sfida lanciato durante l’incontro. “Le aree marine consentono agli enti locali di appropriarsi della gestione integrata della fascia costiera – spiega -, in modo funzionale a un turismo sano ed equilibrato da una regolamentazione di contorno”. Emiliano Deiana, presidente dell’Anci Sardegna, ha esortato i convenuti a “guardare anche all’entroterra, dove istituzioni ed enti locali stanno facendo un grande sforzo per fronteggiare la crisi, puntando su assi importanti come innovazione, superamento del digital divide, reti e connessioni e tutela dell’ambiente”.

Per il sottosegretario di Stato della Difesa, Giulio Calvisi, “l’Italia avrà presto 209 miliardi di euro da spendere dentro questa partita, dalla quale dipende molto del nostro futuro per far crescere il territorio”. Guido Avallone, comandante in seconda della guardia costiera di La Maddalena, ha evidenziato la vocazione ambientale della guardia costiera, braccio operativo del Ministero. Infine Stefania Pinna, ecologa marina ed esponente di Legambiente, ha rivolto un appello a “continuare gli sforzi per la tutela della biodiversità marina sarda, cruciale per lo sviluppo”.

L'articolo Verso la rete delle Aree marine protette: siglato un patto tra enti a Santa Teresa proviene da Sardiniapost.it.

Mafia, Fico “Attenzione resti alta soprattutto in fase Covid”

SardiniaPost - 4 ore 50 min fa

AGRIGENTO (ITALPRESS) – “La criminalità organizzata, nonostante i successi della giustizia, ha aumentato la capacità di controllare settori della società lasciati vacanti dallo Stato. Per questo l’attenzione deve essere alta, soprattutto in questo momento, dopo il Covid, perchè le mafie potrebbero approfittarsene. Le disuguaglianze sociali sono il terreno fertile per le mafie e a rischio sono anche le risorse della Comunità europea. L’impegno della politica deve essere quello di stare al fianco dei cittadini affinchè nessuno resti indietro”. Lo ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico, intervendo al Tribunale di Agrigento a un evento in memoria del giudice Livatino, ucciso 30 anni fa dalla mafia. “Per me è un onore ricordare Livatino – ha sottolineato Fico – Quell’omicidio ha segnato la mia coscienza da studente. Livatino era un magistrato giovane, coraggioso e determinato. Nel suo impegno in magistratura Livatino ha combattuto la mafia, ricordare oggi il giudice significa esprimere un omaggio sincero e sentito nei confronti di un magistrato che ha combattuto la criminalità ma è anche l’occasione per ricordare che bisogna praticare la cultura della legalità che Livatino, Falcone e Borsellino hanno indicato come via imprescindibile”.(ITALPRESS).

L'articolo Mafia, Fico “Attenzione resti alta soprattutto in fase Covid” proviene da Sardiniapost.it.

Pensionato corso fermato allo sbarco: due chili di droga nascosti nell’auto

SardiniaPost - 5 ore 2 min fa

È sbarcato a Porto Torres alla guida della sua auto, all’interno della quale aveva realizzato dei doppifondi per nascondere abilmente 2 chili di droga. Il nucleo mobile della tenenza di finanza di Porto Torres ha arrestato un pensionato corso di 74 anni. L’uomo è arrivato a bordo della motonave Grimaldi proveniente da Barcellona. La droga era occultata all’interno di una pellicola multistrato sottovuoto, ma la presenza delle sostanze stupefacenti ha attirato l’attenzione di Agon e Bamby, i due cani antidroga in servizio a Porto Torres. Si tratta di un chilo di hashish, parte della quale è “pasta di hashish” con un principio di Thc elevatissimo, e oltre un chilo di marijuana. Probabilmente la droga era destinata al mercato sassarese. Distribuita al dettaglio avrebbe fruttato oltre 25mila euro. L’uomo è stato arrestato per detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Processato per direttissima, è stato condannato dal gip di Sassari a un anno e 10 mesi di reclusione più una multa di quattromila euro e il pagamento delle spese processuali

L'articolo Pensionato corso fermato allo sbarco: due chili di droga nascosti nell’auto proviene da Sardiniapost.it.

Manifesti della Lega sopra quelli M5s: “Un fatto grave, li abbiamo denunciati”

SardiniaPost - 5 ore 2 min fa

La campagna elettorale per il referendum di domenica e lunedì è senza esclusione di colpi. Il Movimento Cinque stelle ha denunciato la Lega dopo aver scoperto che i propri manifesti affissi negli spazi appositi, erano stati coperti da quelli del Carroccio in diverse zone di Cagliari: nelle vie Stoccolma (nella foto), Venezia, Ciusa, Redipuglia, Meilogu, in piazza Giovanni XXIII e in viale Diaz. “Un fatto grave, per questo abbiamo già presentato una denuncia formale in Prefettura – spiega il consigliere regionale M5s Michele Ciusa – .Oltre a oscurare i nostri manifesti, questi soggetti a noi sconosciuti hanno utilizzato uno spazio non regolamentare. Spero che gli organi preposti prendano provvedimenti in merito. Nel frattempo, voglio sperare che si sia trattato di un mero errore”.

L’esponente del Movimento Cinque stelle entra nel merito anche dei contenuti, perché nel manifesto con l’immagine di Alberto da Giussano si legge solo un invito ad andare a votare per il referendum, ma senza una precisa indicazione sulla scelta. “A parole la Lega dice di votare Sì, ma come dimostra una semplice lettura del loro manifesto, non viene data alcuna indicazione di voto – commenta Ciusa -. Tra l’altro, hanno pensato di coprire per bene i nostri manifesti, gli unici affissi da giorni a Cagliari che hanno un messaggio chiaro e inequivocabile. Vota SÌ”.

L'articolo Manifesti della Lega sopra quelli M5s: “Un fatto grave, li abbiamo denunciati” proviene da Sardiniapost.it.

Sedilo, sette nuovi positivi al Covid: contagiato il parroco, chiesa chiusa

SardiniaPost - 5 ore 37 min fa

Sette nuovi contagi di coronavirus a Sedilo, nell’Oristanese, e tra questi anche il parroco del paese. Così la Diocesi di Alghero-Bosa ha deciso di tenere chiusa sino a domenica 20 la parrocchia di San Giovanni Battista per consentire le operazioni di sanificazione. La notizia, anticipata dai quotidiani sardi, è stata confermata da una nota ufficiale della Curia che ha annunciato il provvedimento ai fedeli. Nel frattempo il sindaco di Sedilo, Salvatore Pes, ha emanato un’ordinanza nella quale estende per tutto il giorno l’uso delle mascherine anche all’aperto nei luoghi dove possano crearsi assembramenti.

L'articolo Sedilo, sette nuovi positivi al Covid: contagiato il parroco, chiesa chiusa proviene da Sardiniapost.it.

Capone “I rider vogliono rimanere lavoratori autonomi”

SardiniaPost - 5 ore 50 min fa

ROMA (ITALPRESS) – “I rider, soprattutto quelli che lo fanno in maniera continuativa, vogliono rimanere lavoratori autonomi, garantiti nei diritti ma fondamentalmente autonomi: è la loro esigenza”. Così Paolo Capone, segretario generale Ugl, intervistato da Claudio Brachino per la rubrica “Primo Piano” dell’agenzia di stampa Italpress, parla dell’accordo tra AssoDelivery e Unione Generale del Lavoro per il primo Contratto Collettivo Nazionale dei rider.”Di fronte al nulla che c’era – ha detto Capone – Ugl ha ascoltato i rider, ha chiamato le controparti datoriali e ha creato un quadro di riferimento che prevede, rispetto al passato, diritti esigibili: avere dieci euro l’ora come salario minimo, una maggiorazione nelle condizioni di tempo avverse, di notte o nei giorni festivi e nelle piazze dove inizia l’attività di delivery c’è comunque un’indennità per i rider. C’è un quadro interessante che non c’era prima. E’ tutto esigibile, scritto e accettato dalle controparti e dai lavoratori. Questa giostra non l’abbiamo messa in piedi su un pregiudizio ideologico, abbiamo ascoltato e fatto assemblee in tutta Italia”.”Abbiamo iniziato – ha continuato – a fare chiarezza: sono lavoratori autonomi, rispondono a un’esigenza organizzativa ma in questo quadro non sono completamente abbandonati, hanno diritti sindacali, assicurazioni, diritto alla sicurezza e alla formazione”.”L’Ugl vive e lotta anche cercando di interpretare le nuove esigenze del mondo del lavoro”, ha sottolineato Capone, secondo cui “gli interventi devono cercare di comprendere le nuove sfide che il mondo del lavoro e della società impongono. Non si può più tutelare soltanto chi ha un lavoro a tempo indeterminato ed è un lavoratore trentennale. Oggi vanno tutelati tutti i lavoratori e le persone che svolgono un ruolo nella società, anche il volontariato e tutto ciò che serve come attività sussidiaria, che va valorizzato anche all’interno della famiglia”.Il segretario dell’Ugl ha poi lanciato “un appello al governo per fare interventi che mirino – ha spiegato – ad aiutare le aziende non soltanto a mantenere i lavoratori in cassa integrazione, come si doveva fare in un periodo complicato, ma a recuperare quel 28% di produttività che abbiamo perso”.(ITALPRESS).

L'articolo Capone “I rider vogliono rimanere lavoratori autonomi” proviene da Sardiniapost.it.

La Dinamo dice addio alla Supercoppa: detentori del titolo battuti da Bologna

SardiniaPost - 5 ore 55 min fa

La caccia di Sassari alla Supercoppa si ferma alla semifinale. Ieri alla Segafredo Arena di Bologna la Dinamo Banco di Sardegna si è arresa 76-88 allo strapotere della Virtus, tra le più accreditate dominatrici della stagione con Milano, che domani sera gli contenderà il primo trofeo della stagione. Troppo corta la panchina di Sassari, tra infortuni, acciacchi e uomini appena inseriti, per resistere alla forza d’urto di una corazzata dal roster profondissimo. Troppo nervoso il Poz, per il quale la sfida con le “V nere” evidentemente sa sempre di derby: espulso per le proteste dopo un fallo correttamente fischiato a Bilan, il coach ha lasciato il campo sul più bello, mentre la squadra teneva testa agli avversari pur non essendo ancora in condizioni ottimali.

Si è visto comunque un ottimo Banco, capace di produrre gioco, stare avanti a lungo e cedere solo nel finale a Bologna, capace di stare calma e impadronirsi di un match che si stava facendo complicato. Nell’ultima frazione Sassari, senza benzina, ha ceduto di schianto, ma perdere a Bologna non è un motivo per fare drammi, anzi. “I ragazzi ci hanno provato sino all’ultimo, i tifosi devono essere orgogliosi -commenta l’assistant coach, Edoardo Casalone, promosso sul campo dopo l’espulsione di Pozzeco -. Abbiamo giocato contro una squadra di altissimo livello si torna in palestra con la consapevolezza di avere fatto un’ottima partita finché abbiamo avuto le energie per produrre gioco”. Casalone torna da Bologna con una certezza: “Siamo tra le migliori squadre in Italia, possiamo giocarcela con tutti inserire tutti i giocatori nelle rotazioni ci permetterà di arrivare in fondo alle partite in altre condizioni”

L'articolo La Dinamo dice addio alla Supercoppa: detentori del titolo battuti da Bologna proviene da Sardiniapost.it.

Covid-19, sugli spalti arriva la Digos: interrotta la partita Tharros-Guspini

SardiniaPost - 6 ore 10 min fa

Non hanno misurato la temperatura ai tifosi e non hanno nemmeno assegnato preventivamente i posti sugli spalti. Sono queste le ragioni che hanno portato gli agenti della Digos della Questura di Oristano a sanzionare il rappresentante legale della società sportiva “S.P.D. Tharros” per violazione della normativa anti Covid-19 che dovrà pagare 400 euro di multa. Gli agenti della Digos sono intervenuti dopo una segnalazione allo stadio comunale Tharros scoprendo che era in corso, nonostante non ci fosse stato alcun preavviso alla Questura, l’amichevole tra squadre dilettanti Tharros -Guspini. Sugli spalti c’erano un centinaio di tifosi: quasi tutti indossavano la mascherina ed erano ben distanziati, ma i poliziotti hanno comunque riscontrato alcune violazioni, facendo scattare la multa.

L'articolo Covid-19, sugli spalti arriva la Digos: interrotta la partita Tharros-Guspini proviene da Sardiniapost.it.

Premio Wilde, la carica delle poetesse: cinque autrici sarde volano in finale

SardiniaPost - 7 ore 10 sec fa

C’è una bella fetta di Sardegna alle finali della tredicesima edizione del Premio dedicato a Oscar Wilde che si terrà il 24 ottobre in Piemonte. Sono cinque le autrici isolane ammesse alla finale e tutte si trovano nella categoria ‘Over’: Simona Carboni di Cagliari con “A passo di sandalo”, Carla Maria Casula di Alghero con “Ero donna”, Anna Maria Brughitta di Gesturi con “Un bacio di luna” e le due nuoresi Barbara Cannas con “Sa solidae” e Giuseppina Fenu con “Nel giardino delle esperidi”. La serata finale del Premio Wilde sulla poesia a tema libero si terrà il 24 ottobre nella Sala Soms di via Francesco Borgogna 34 a Vercelli.

 

Ecco la presentazione del Premio Wilde:

L'articolo Premio Wilde, la carica delle poetesse: cinque autrici sarde volano in finale proviene da Sardiniapost.it.

Camion si ribalta sulla Sassari-Olbia: traffico deviato all’altezza di Ardara

SardiniaPost - 7 ore 25 min fa

Un mezzo pesante si è ribaltato stamattina lungo la Sassari-Olbia all’altezza del chilometro 11. Sul posto sono intervenuti i volontari del 118 per soccorrere l’autista, forze dell’ordine, vigili del fuoco e i tecnici dell’Anas. Il traffico in direzione Olbia è stato deviato dallo svincolo di Ardara, da lì si prosegue per la provinciale 20 fino al rientro nella Statale allo svincolo di Chilivani.

L'articolo Camion si ribalta sulla Sassari-Olbia: traffico deviato all’altezza di Ardara proviene da Sardiniapost.it.

Pagine

bordo.png

Abbonamento a www.angelomorittu.com aggregatore - Notiziario della Sardegna